L’influencer marketing è una delle strategie più utilizzate sui social media negli ultimi anni. Molti si chiedono se effettivamente funziona… la risposta è sì! Una campagna di influencer marketing può portare al brand committente risultati incredibili, ma è importante prestare attenzione alla scelta dell’influencer e all’obiettivo della campagna stessa.

5 consigli su come scegliere l’utente perfetto per una campagna di influencer marketing

influencer marketingScegliere l’utente migliore per una campagna di influencer marketing non è affatto semplice. Si tratta di una scelta che richiede un’analisi attenta di molteplici fattori, come per esempio gli obiettivi della campagna, il pubblico che si vuole raggiugnere, il tipo di prodotto o servizio da sponsorizzare, ecc..
Di seguito trovi 5 consigli che possono aiutarti a scegliere l’influencer migliore per una campagna di influencer marketing.

1. Basati sul modello delle 4R. Reach, relevance, resonance e relationship sono gli elementi più importanti da tenere in considerazione quando si analizza il profilo di un utente sui social. Se sei curioso di leggere una spiegazione più dettagliata sul modello delle 4R, la trovi nel prossimo paragrafo!

2. Fai una lista di tutti i papabili influencer e seguili attentamente per un determinato periodo di tempo. Il tuo obiettivo è quello di “studiare” l’utente, scoprire come parla ai suoi follower e quanto interagisce con loro.

campagna

campagna3. Prendi in considerazione micro- e nano- influencer. In base all’obiettivo e al budget a disposizione per la campagna di influencer marketing, puoi scegliere la “grandezza” dell’utente da ingaggiare. A primo impatto, sembrerà più strategico ingaggiare utenti con milioni di follower, in realtà però non sono la scelta migliore per tutte le tipologie di campagne. Questioni di budget a parte, non bisogna sottovalutare il potere di utenti con numeri più piccoli. Micro- e nano- influencer, pur avendo minor reach, essendo meno spesso “ingaggiati” per pubblicità e sponsorizzazioni, spesso risultano più affidabili agli occhi degli altri utenti. Inoltre, utenti con meno follower solitamente hanno un rapporto più stretto e amichevole con i follower, che di conseguenza affideranno un valore maggiore ai consigli dati (che siano pagati o meno).

4. Studia le collaborazioni passate. Cerca di scoprire se l’influencer che vorresti ingaggiare è già il volto di campagne di influencer marketing oppure se attualmente collabora con altri brand, magari anche tuoi competitor. Se l’utente già un accordo con un competitor, molto probabilmente sarà vincolato da contratti e accordi e non potrà essere ingaggiato.

5. Lascia spazio alla creatività. Un buon influencer sa fare bene il suo lavoro. Permetti all’utente di esprimersi come meglio crede, dando libero sfogo alla sua creatività nell’ideare il contenuto per sponsorizzare il tuo brand. In questo modo l’influencer risulterà più autentico ai suoi follower.

consigli

Il modello delle 4R applicato all’influencer marketing

influencerIl primo consiglio del team di AF Creative Designer è di seguire il modello 4R. Come anticipato, questo modello racchiude gli elemento più importanti per capire qual è l’utente migliore per la propria compagna di influencer marketing. Entriamo ora più nel dettaglio.

  • Reach: indica il numero di follower o fan dell’utente. Come spiegavamo prima, gli influencer con milioni di follower fanno gola a tutti i brand, ma non sottovalutare utenti con un bacino di pubblico meno ampio. Se un utente ha solo  7.000 follower per esempio, ma riesce a influenzarne 6.000, il tasso di conversione sarà molto elevato.
  • Relevance: indica la rilevanza del brand da sponsorizzare per il pubblico dell’influencer. È chiaro che per una campagna di influencer marketing efficace, dovrai scegliere un utente che già normalmente (senza essere sponsorizzato) tratta di argomenti e temi inerenti al tuo brand. In parole povere, non ingaggiare un’influencer che non va mai a pescare per sponsorizzare una canna da pesca.
  • Resonance: un valore strettamente connesso all’attività dell’influence in termini di interazioni e conversioni. Si tratta sostanzialmente di quanti gli utenti che seguono l’influencer interagiscono con i suoi contenuti. Un engagement particolarmente alto è sinonimo di forza evocativa e di conseguenza “potere di influenza” sugli altri utenti.
  • Relationship: fa riferimento alla relazione che si instaura tra influencer e brand. Nel corso di una campagna di influencer marketing gli accordi contrattuali e non tra il marchio e l’utente sono fondamentali. Perché la sponsorizzazione abbia successo, è importante che la comunicazione tra le due parti sia rispettosa e trasparente in ogni fase.

campagnaSe sei interessato a servizi di social media management e social media marketingcontatta il team di AF Creative Designer! Insieme penseremo alla campagna perfetta per il tuo brand, puoi sempre scrivere una mail a afcreativedesigner@gmail.com oppure telefonare al numero +39 347 3739703.

RICHIEDI UN PREVENTIVO

Siamo a disposizione per aiutarti a migliorare la tua immagine!

PRIVACY